Come creare una Intranet per le piccole imprese con WordPress (facile)

Vuoi creare una intranet WordPress per la tua organizzazione? WordPress è una potente piattaforma con tonnellate di opzioni flessibili che la rendono ideale per essere utilizzata come intranet aziendale. In questo articolo, ti mostreremo come creare una intranet WordPress per la tua organizzazione mantenendola privata e sicura.


Creazione di una intranet WordPress per la tua organizzazione

Che cos’è Intranet o Extranet? Perché usare WordPress come piattaforma Intranet?

Intranet o Extranet è una piattaforma di comunicazione utilizzata da un’organizzazione per comunicazioni, condivisione di file, annunci e altre attività organizzative.

WordPress è un’eccellente piattaforma per costruire la rete intranet o extranet della tua organizzazione. È facile da mantenere, open source e ti dà accesso a migliaia di plugin di WordPress per aggiungere nuove funzionalità quando necessario.

Un’intranet viene eseguita sulla rete privata di un’organizzazione. In genere, un sistema IT per ufficio è collegato tramite adattatori di rete via cavo o wireless. Un computer in rete può essere utilizzato come server Web e ospitare un sito Web WordPress.

Segui le istruzioni nella nostra guida su come installare WordPress su una rete Windows usando WAMP o installa WordPress su un computer Mac usando MAMP per avviare la tua intranet WordPress.

D’altra parte, una extranet è una piattaforma intranet accessibile a una rete più ampia o a una rete Internet pubblica. In parole povere, questo potrebbe essere un sito Web accessibile pubblicamente ma limitato agli utenti autorizzati.

È particolarmente utile se la tua organizzazione è distribuita su diverse aree geografiche.

Per creare la tua extranet WordPress, avrai bisogno di un account di hosting WordPress e di un nome di dominio. Successivamente, puoi installare WordPress e quindi configurarlo per essere utilizzato come intranet della tua organizzazione.

Dopo aver installato WordPress come intranet, il passaggio successivo è convertirlo in un hub di comunicazione per la tua organizzazione.

Per fare ciò, utilizzerai diversi plugin di WordPress. Ti mostreremo la configurazione di base che servirà come base per la tua intranet di WordPress per crescere e raggiungere gli obiettivi della tua organizzazione.

Configurare BuddyPress come hub Intranet di WordPress

BuddyPress è un progetto gemello di WordPress. Converte il tuo sito Web WordPress in un social network. Ecco alcune delle cose che può fare una intranet basata su BuddyPress:

  • Sarai in grado di invitare gli utenti a registrarsi sull’intranet aziendale
  • Gli utenti saranno in grado di creare profili utente estesi
  • I flussi di attività consentono agli utenti di seguire gli ultimi aggiornamenti come Twitter o Facebook
  • Sarai in grado di creare gruppi di utenti per ordinare gli utenti in dipartimenti o team
  • Gli utenti possono seguirsi come amici
  • Gli utenti possono scambiarsi messaggi privati
  • Puoi aggiungere nuove funzionalità aggiungendo plugin di terze parti
  • Avrai un sacco di opzioni di design con temi WordPress per BuddyPress

Per iniziare, devi prima installare e attivare il plug-in BuddyPress. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida passo passo su come installare un plugin WordPress.

Dopo l’attivazione, vai su Impostazioni »BuddyPress pagina per configurare le impostazioni del plugin.

Impostazioni BuddyPress

Per istruzioni complete passo passo, consulta la nostra guida su come trasformare WordPress in un social network con BuddyPress.

Proteggi la tua Intranet WordPress con la Intranet All-in-One

Se stai eseguendo una intranet WordPress sul server locale, puoi proteggerla limitando l’accesso agli IP interni nel tuo file .htaccess.

Tuttavia, se si utilizza Extranet, è possibile che gli utenti accedano alla rete Intranet da reti e indirizzi IP diversi.

Per assicurarsi che solo gli utenti autorizzati abbiano accesso alla tua intranet aziendale, devi rendere la tua extranet privata e accessibile solo agli utenti registrati.

Per questo, dovrai installare e attivare il plug-in Intranet All-in-One. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida passo passo su come installare un plugin WordPress.

Dopo l’attivazione, vai su Impostazioni »Intranet tutto in uno pagina per configurare le impostazioni del plugin.

Impostazioni Intranet All in One

Per prima cosa devi selezionare la casella accanto a “Forza il sito a essere interamente privato”. Questo renderà tutte le pagine del tuo sito WordPress completamente private.

L’unica cosa che questo plugin non renderà private sono i file nella tua directory di upload. Non ti preoccupare, ti mostreremo come proteggerlo più avanti in questo articolo.

Successivamente, è necessario fornire un URL in cui si desidera reindirizzare gli utenti al momento dell’accesso. Potrebbe trattarsi di qualsiasi pagina della rete Intranet.

Infine, puoi disconnettere automaticamente gli utenti inattivi dopo un certo numero di minuti.

Non dimenticare di fare clic sul pulsante Salva modifiche per memorizzare le tue impostazioni.

Protezione dei caricamenti multimediali sull’Intranet di WordPress

Rendere il tuo sito Web completamente privato non influisce sui file multimediali. Se qualcuno conosce l’URL esatto di un file, può accedervi senza alcuna restrizione.

Cambiamo questo.

Per una migliore protezione, reindirizzeremo tutte le richieste fatte alla cartella dei caricamenti su un semplice script PHP.

Questo script php verificherà se un utente ha effettuato l’accesso. In tal caso, servirà il file. Altrimenti, l’utente verrà reindirizzato alla pagina di accesso.

Per prima cosa devi creare un nuovo file sul tuo computer usando un semplice editor di testo come Blocco note. Successivamente è necessario copiare e incollare il seguente codice e salvare il file come download-file.php sul desktop.

<?php
require_once ( ‘wp-load.php’);

is_user_logged_in () || auth_redirect ();

list ($ basedir) = array_values ​​(array_intersect_key (wp_upload_dir (), array (‘basedir’ => 1))) + matrice (NULL);

$ file = rtrim ($ basedir, ‘/’). ‘/’. str_replace (‘..’, ”, isset ($ _ GET [‘file’])? $ _ GET [‘file’]: ”);
if (! $ basedir ||! is_file ($ file)) {
status_header (404);
die (‘404 – File non trovato.’);
}

$ mime = wp_check_filetype ($ file);
if (false === $ mime [‘type’] && function_exists (‘mime_content_type’))
$ mime [‘type’] = mime_content_type ($ file);

if ($ mime [‘type’])
$ mimetype = $ mime [‘type’];
altro
$ mimetype = ‘image /’. substr ($ file, strrpos ($ file, ‘.’) + 1);

header (‘Content-Type:’. $ mimetype); // invia sempre questo
if (false === strpos ($ _SERVER [‘SERVER_SOFTWARE’], ‘Microsoft-IIS’))
header (‘Content-Length:’. filesize ($ file));

$ last_modified = gmdate (‘D, d M Y H: i: s’, filemtime ($ file));
$ etag = ‘"’. md5 ($ last_modified). ‘"’;
intestazione( "Ultima modifica: $ last_modified GMT" );
header (‘ETag:’. $ etag);
header (‘Scade:’. gmdate (‘D, d M Y H: i: s’, time () + 100000000). ‘GMT’);

// Supporto per GET condizionale
$ client_etag = isset ($ _SERVER [‘HTTP_IF_NONE_MATCH’])? strisce ($ _SERVER [‘HTTP_IF_NONE_MATCH’]): false;

if (! isset ($ _SERVER [‘HTTP_IF_MODIFIED_SINCE’]))
$ _SERVER [‘HTTP_IF_MODIFIED_SINCE’] = false;

$ client_last_modified = trim ($ _SERVER [‘HTTP_IF_MODIFIED_SINCE’]);
// Se la stringa è vuota, restituisce 0. In caso contrario, prova ad analizzare un timestamp
$ client_modified_timestamp = $ client_last_modified? strtotime ($ client_last_modified): 0;

// Crea un timestamp per la nostra modifica più recente…
$ modified_timestamp = strtotime ($ last_modified);

if (($ client_last_modified && $ client_etag)
? (($ client_modified_timestamp >= $ modified_timestamp) && ($ client_etag == $ etag))
: (($ client_modified_timestamp >= $ modified_timestamp) || ($ client_etag == $ etag))
) {
status_header (304);
Uscita;
}

readfile ($ file);

Ora connettiti al tuo sito Web utilizzando un client FTP. Una volta connesso, carica il file che hai appena creato nella cartella / wp-contents / uploads / sul tuo sito web.

Successivamente, è necessario modificare il file .htaccess nella cartella principale del sito Web. Aggiungi il seguente codice nella parte inferiore del tuo file .htaccess:

RewriteCond% {REQUEST_FILENAME} -s
RewriteRule ^ wp-content / uploads /(.*)$ download-file.php? File = $ 1 [QSA, L]

Non dimenticare di salvare le modifiche e caricare nuovamente il file sul tuo sito web.

Ora tutte le richieste degli utenti nella cartella multimediale verranno inviate a uno script proxy per verificare l’autenticazione e reindirizzare gli utenti alla pagina di accesso.

4. Aggiunta di moduli alla intranet di WordPress con WPForms

WPForms

L’obiettivo principale di una intranet aziendale è la comunicazione. BuddyPress fa un ottimo lavoro con flussi di attività, commenti e messaggi privati.

Tuttavia, a volte dovrai raccogliere informazioni privatamente in un sondaggio o sondaggio. Dovrai anche ordinare e archiviare tali informazioni per un uso successivo.

È qui che entra in gioco WPForms. È il miglior costruttore di moduli WordPress sul mercato.

Non solo ti consente di creare facilmente bellissimi moduli, ma salva anche le risposte degli utenti nel database. Puoi esportare le risposte per qualsiasi modulo in un file CSV.

Ciò consente di organizzare le risposte dei moduli in fogli di calcolo, stamparle e condividerle con i colleghi.

Estensione della tua intranet WordPress

Ormai dovresti avere una intranet perfettamente capace per la tua organizzazione. Tuttavia, quando testate la piattaforma o la aprite per gli utenti, potreste voler aggiungere nuove funzionalità o renderla più sicura.

Esistono molti plugin di WordPress che possono aiutarti a farlo. Ecco alcuni strumenti che potresti voler aggiungere subito.

  • Sucuri – Per migliorare la sicurezza di WordPress proteggendola da accessi non autorizzati e attacchi DDoS dannosi.
  • Galleria Envira – Per creare splendide gallerie fotografiche.
  • Embedder di Google Drive: incorpora facilmente i documenti di Google Drive ovunque nella tua intranet di WordPress.

È tutto per ora.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a creare una intranet WordPress per la tua organizzazione. Potresti anche voler vedere il nostro elenco dei widget WordPress più utili per il tuo sito.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map