La storia di WordPress dal 2003-2019 (con schermate)

Vuoi conoscere la storia di WordPress? Se stai iniziando un blog o un sito Web WordPress oggi, vedi un famoso costruttore di siti Web che ha alimentato oltre il 32% di tutti i siti Web su Internet. In questo articolo, vogliamo dare uno sguardo alla storia di WordPress per mostrarti come si è evoluta nel tempo.


La storia completa di WordPress (aggiornato)

La storia di WordPress ci dice come funzionano le comunità open source per rendere qualcosa di così utile senza compromettere la libertà del software. Il progetto WordPress è guidato da una community di sviluppatori, utenti e sostenitori dedicati (correlati: perché WordPress è gratuito?).

WordPress è nato perché lo sviluppo di un software di blogging esistente b2 / cafelog è stato interrotto dai loro principali sviluppatori. Nel 2003, due utenti di b2 / cafelog, Matt Mullenweg e Mike Little, decisero di costruire una nuova piattaforma in cima a b2 / cafelog.

Probabilmente non sapevano che stavano per iniziare un viaggio che alla fine avrebbe giovato a milioni di utenti in tutto il mondo, creare migliaia di posti di lavoro e un’intera industria di sviluppatori, designer, scrittori, blogger ed editori web si sarebbero guadagnati da vivere fuori di esso.

Su 27 maggio 2003, Matt ha annunciato la disponibilità della prima versione di WordPress. È stato ben accolto dalla comunità. Si basava su b2 Cafelog con miglioramenti significativi. La prima versione di WordPress includeva una nuova interfaccia di amministrazione, nuovi modelli e modelli conformi a XHTML 1.1 generati. L’editor dei post sembrava così:

Post editor nella prima versione di WordPress

Nel maggio 2004, la versione 1.2 di WordPress è arrivata con l’architettura plug-in. Ciò ha consentito agli utenti e agli sviluppatori di estendere le funzionalità di WordPress scrivendo i propri plugin e condividendoli con il resto della comunità.

Mentre WordPress si stava aprendo alla comunità, qualcosa di totalmente opposto stava accadendo nel settore dei blog in quel momento.

All’epoca il leader di mercato nel settore degli strumenti di blogging era Moveable Type. Hanno annunciato nuovi termini di licenza che non sono piaciuti a molti dei loro utenti. Ciò ha costretto molti dei loro utenti a cercare una nuova piattaforma di blog.

WordPress 1.2 si è presentato come un progetto ambizioso che offre agli utenti una piattaforma matura, stabile, facile e flessibile con funzionalità che competono con i loro concorrenti proprietari. Il tasso di adattamento di WordPress è salito alle stelle con questa versione.

WordPress 1.2 Mingus

Con l’aumento del numero di utenti, WordPress ha iniziato a migliorare con l’aiuto e l’interesse della comunità.

Nel febbraio 2005, WordPress 1.5 è arrivato con Pages, strumenti di moderazione dei commenti, nuovo tema predefinito Kubrick e un sistema di temi completamente nuovo. Matt ha annunciato temi con queste parole:

In 1.5 abbiamo creato un sistema di temi incredibilmente flessibile che si adatta a te piuttosto che aspettarti che ti adatti ad esso. Puoi fare in modo che l’intero weblog esegua un singolo file, proprio come prima, oppure puoi letteralmente avere un modello diverso per ogni singola categoria diversa. È tanto o poco quanto vuoi. Abbiamo anche suddiviso elementi comuni del sito come intestazioni, piè di pagina e barre laterali nei propri file in modo da poter apportare una modifica in un unico posto e vederlo immediatamente ovunque. “Matt Mullenweg – Annunciare WordPress 1.5”

Kubrick - il tema WordPress predefinito dal 2005 al 2010

Nel dicembre 2005, WordPress 2.0 è stato rilasciato con una nuova dashboard di amministrazione. Questa nuova area di amministrazione è stata una revisione completa delle schermate di amministrazione in WordPress.

Ha utilizzato JavaScript e DHTML per creare una migliore interfaccia utente in cui gli utenti non avevano bisogno di caricare una pagina per eseguire alcune semplici attività. Gli utenti erano ora in grado di aggiungere categorie e tag ai post senza uscire dall’editor dei post o eliminare i commenti senza ricaricare la schermata dei commenti.

WordPress 2.0 - Interfaccia di amministrazione

La nuova brillante interfaccia utente dell’amministratore non è stato l’unico miglioramento significativo di questa versione.

È stata la prima versione fornita con il plug-in anti-spam Akismet preinstallato. È arrivato anche con un plug-in di backup del database WordPress, wp-db-backup, che è stato poi rilasciato nel 2007. Un altro primo passo per questa versione è stata l’introduzione di un file Functions.php nel sistema a tema.

Il 1 marzo 2006, Automattic, la società fondata dal co-fondatore di WordPress Matt Mullenweg, ha presentato la registrazione del marchio per WordPress e il logo WordPress.

Nel 2008, una società di web design chiamata Happy Cog si è unita al progetto WordPress per aiutare a progettare una nuova interfaccia di amministrazione di WordPress. È stato condotto uno studio di usabilità per progettare l’interfaccia utente dell’amministratore.

Nel corso dell’anno sono state aggiunte a WordPress nuove funzionalità come codici brevi, aggiornamenti con un clic e installazione plug-in integrata con diverse versioni.

Dashboard di WordPress 2.7

Nel giugno del 2010, Automattic, la società fondata dal co-fondatore di WordPress Matt Mullenweg, ha trasferito la proprietà del marchio e del logo WordPress alla WordPress Foundation. Questo è stato un momento significativo nella storia di WordPress, perché ha assicurato che WordPress continuerà a crescere e non dipende da un’azienda o da un gruppo di sviluppatori per continuare il progetto.

Il 17 giugno 2010, WordPress 3.0 è stato rilasciato. È stato un passo importante verso WordPress come CMS. Questa versione ha introdotto diverse funzionalità come tipi di post personalizzati, migliori tassonomie personalizzate, sfondi personalizzati, intestazione, menu, guida contestuale sulle schermate di amministrazione, ecc. Il progetto WordPress MU è stato unito al core di WordPress per creare reti multisito.

È arrivato anche con Twenty Ten, che ha iniziato la tradizione di un nuovo tema predefinito per ogni anno.

Nel 2011, I formati di post e la barra di amministrazione si sono fatti strada in WordPress.

In quel periodo, alcuni plugin WordPress davvero interessanti stavano costruendo potenti piattaforme di e-commerce su WordPress. Ciò ha consentito agli utenti di WordPress di creare negozi online e creare potenti siti Web di e-commerce utilizzando WordPress.

Nel 2012, sono stati introdotti personalizzazione del tema, anteprime dei temi e gestore dei nuovi media. Queste funzionalità hanno aiutato moltissimo i nuovi utenti a creare gallerie di immagini e visualizzare in anteprima temi prima di passare a un nuovo tema.

Nel 2013, WordPress 3.7 è arrivato con la nuova funzionalità di aggiornamento automatico che ha permesso a WordPress di aggiornare automaticamente il software del tuo sito per versioni minori. La funzione di aggiornamento automatico è molto simile a quella del browser Google Chrome. La funzionalità non è piaciuta a molti utenti, quindi abbiamo scritto un tutorial su come disabilitare gli automibecometri.

Ormai WordPress era già diventato il CMS più popolare al mondo.

Nel dicembre 2013 è stato rilasciato WordPress 3.8 che ha introdotto MP6, la nuova interfaccia di amministrazione di WordPress. Questa nuova interfaccia era reattiva e mirava a fornire agli utenti un’esperienza utente migliore, su qualsiasi dispositivo o dimensione dello schermo.

Combinazioni di colori admin di WordPress 3.8 su dispositivi mobili

Il 16 aprile 2014, WordPress 3.9 è stato rilasciato. Si è concentrato sul miglioramento dell’editor di post visivi di WordPress. Ora le immagini possono essere trascinate e rilasciate direttamente nell’editor dei post. Gli utenti sono ora in grado di modificare le immagini direttamente all’interno dell’editor e vedere le anteprime delle loro gallerie all’interno dell’editor. WordPress 3.9 ha anche introdotto anteprime widget live, playlist audio e molti altri miglioramenti.

Nel corso dell’anno sono stati apportati ulteriori perfezionamenti al core di WordPress con le successive versioni di WordPress 4.0 e WordPress 4.1.

Il 2014 è stato anche il primo anno in cui i download non in inglese per WordPress hanno superato i download in inglese.

Nel 2015 sono stati rilasciati WordPress 4.2, 4.3 e 4.4. Queste versioni si sono concentrate su una migliore localizzazione, supporto emoji, personalizzazione dei temi e creazione di infrastrutture per l’API REST di WordPress.

Il supporto Emoji è stato aggiunto a WordPress nel 4.2

Nello stesso anno, WooCommerce, il plugin di e-commerce WordPress più popolare è stato acquisito da Automattic (la società fondata dal co-fondatore di WordPress Matt Mullenweg).

Nel 2016, Sono stati rilasciati WordPress 4.5, 4.6 e 4.7. Ogni versione ha introdotto alcune nuove funzionalità e miglioramenti. Le modifiche più importanti nel corso dell’anno sono state gli aggiornamenti ottimizzati per plugin e temi, il recupero dei contenuti utilizzando l’archiviazione del browser e la funzione CSS personalizzata per la personalizzazione dei temi. Entro la fine dell’anno, WordPress.org ha annunciato il supporto attivo degli HTTP

Nel 2017, Sono stati rilasciati WordPress 4.8 e 4.9. Queste versioni hanno portato diversi nuovi widget predefiniti per aggiungere audio, video, immagini, galleria, rich text e HTML. Queste versioni hanno anche gettato le basi per il nuovo editor di blocchi di WordPress.

Nel 2018, WordPress 5.0 è stato rilasciato con una nuova esperienza di modifica. Il nuovo progetto di editor di blocchi di WordPress è stato nome in codice Gutenberg. Guarda il nostro tutorial completo su Gutenberg – Editor di blocchi di WordPress.

Blocchi di Gutenberg

Qual è il prossimo passo per WordPress?

WordPress è in continua evoluzione per soddisfare le esigenze di milioni di editori Web in tutto il mondo. La direzione di WordPress dipende direttamente dalle esigenze degli utenti. Possiamo tranquillamente presumere che continuerà a dare potere alle persone in tutto il mondo per creare meravigliosi spazi web.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a capire la storia di WordPress. Potresti anche voler vedere come funziona WordPress dietro le quinte (infografica) e quali sono i migliori plugin di WordPress che ogni sito web dovrebbe usare.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me