Che cos’è una Sitemap XML? Come creare una Sitemap in WordPress?

Ti stai chiedendo cosa sia una sitemap XML e come aggiungerla al tuo sito Web WordPress?


Una Sitemap XML aiuta i motori di ricerca a navigare facilmente tra i contenuti del tuo sito web. Fornisce loro un elenco di tutti i tuoi contenuti in un formato leggibile automaticamente.

A differenza di una normale Sitemap creata per le persone, una Sitemap XML non è in genere visibile ai visitatori del tuo sito Web.

In questo articolo, spiegheremo cos’è una Sitemap XML e come creare facilmente una Sitemap in WordPress.

Che cos'è una Sitemap XML e come crearne una per il tuo sito WordPress

Che cos’è una Sitemap XML?

Una Sitemap XML è un file che elenca tutti i contenuti del tuo sito Web in un formato XML, in modo che i motori di ricerca come Google possano facilmente scoprire e indicizzare i tuoi contenuti.

All’inizio degli anni 2000, i siti web del governo avevano un link nelle loro pagine principali, intitolato “Sitemap”. Questa pagina di solito conteneva un elenco di tutte le pagine di quel sito Web.

Mentre alcuni siti web hanno ancora sitemap HTML oggi, nel complesso l’utilizzo delle sitemap si è evoluto.

Oggi le sitemap sono pubblicate in un formato XML anziché HTML, e il loro pubblico di destinazione sono i motori di ricerca e non le persone.

Fondamentalmente, una sitemap XML è un modo per i proprietari di siti Web di comunicare ai motori di ricerca tutte le pagine esistenti sul loro sito Web.

Indica inoltre ai motori di ricerca quali collegamenti sul tuo sito Web sono più importanti di altri e con quale frequenza aggiorni il tuo sito Web.

Sebbene le sitemap XML non aumentino il posizionamento dei motori di ricerca, consentono ai motori di ricerca di eseguire una scansione migliore del tuo sito Web. Ciò significa che possono trovare più contenuti e iniziare a mostrarli nei risultati di ricerca, determinando a volte classifiche più alte.

Perché hai bisogno di una Sitemap XML?

Le Sitemap sono estremamente importanti dal punto di vista dell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO).

Semplicemente aggiungendo una sitemap non influenzare le classifiche di ricerca. Tuttavia, se sul tuo sito è presente una pagina non indicizzata, la Sitemap ti fornisce un modo per far conoscere i motori di ricerca a quella pagina.

Le Sitemap sono estremamente utili quando si avvia un blog per la prima volta o si crea un nuovo sito Web perché la maggior parte dei nuovi siti Web non ha backlink. Ciò rende più difficile per i motori di ricerca scoprire tutto il loro contenuto.

Ecco perché i motori di ricerca come Google e Bing consentono ai nuovi proprietari di siti Web di inviare una sitemap nei loro strumenti per i webmaster. Ciò consente ai loro motori di ricerca di scoprire e indicizzare facilmente i tuoi contenuti (ne parleremo più avanti).

Le Sitemap sono altrettanto importanti anche per i siti Web più conosciuti. Ti consentono di evidenziare quale parte dei tuoi siti Web è più importante, quali parti vengono aggiornate più frequentemente, ecc., Così i motori di ricerca possono visitare e indicizzare i tuoi contenuti di conseguenza.

Ciò aiuta a migliorare la visibilità complessiva del tuo sito Web nelle classifiche dei motori di ricerca.

Come creare una Sitemap in WordPress?

Esistono diversi modi per creare una sitemap XML in WordPress. Ti mostreremo due metodi popolari per creare una sitemap XML in WordPress e puoi sceglierne uno che funziona meglio per te.

Metodo 1. Creazione di una Sitemap XML in WordPress utilizzando Yoast SEO

Il modo più semplice per creare una sitemap XML in WordPress è utilizzare il plugin Yoast SEO.

È il miglior plug-in SEO per WordPress sul mercato che offre un set completo di strumenti per ottimizzare i post del tuo blog per il SEO.

Innanzitutto, devi installare e attivare il plug-in Yoast SEO. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida passo passo su come installare un plugin WordPress.

Dopo l’attivazione, vai a SEO »Generale pagina e passa alla scheda “Funzionalità”. Da qui, è necessario scorrere verso il basso fino all’opzione “Sitemap XML” e assicurarsi che sia attivata.

Yoast SEO XML Sitemap opzione

Successivamente, fai clic sul pulsante Salva modifiche per memorizzare le modifiche.

Per verificare che Yoast SEO abbia creato una Sitemap XML, puoi fare clic sull’icona del punto interrogativo accanto all’opzione Sitemap XML nella pagina.

Visualizza la Sitemap XML creata dal plug-in Yoast SEO

Successivamente, fai clic sul link “Visualizza la Sitemap XML” per visualizzare la Sitemap XML live generata da Yoast SEO.

Puoi anche trovare la tua sitemap XML semplicemente aggiungendo sitemap_index.xml alla fine dell’indirizzo del tuo sito web. Per esempio:

https://www.example.com/sitemap_index.xml

La tua sitemap SEO

Yoast SEO crea più sitemap per diversi tipi di contenuti. Per impostazione predefinita, genererà sitemap per post, pagine, autore e categorie.

Se gestisci un negozio online utilizzando WooCommerce, genererà anche una Sitemap per i tuoi prodotti.

Tuttavia, quando si tratta di inviare la Sitemap ai motori di ricerca, dovrai solo inviare il file indice Sitemap principale. Ti mostreremo come farlo più avanti in questo articolo.

Metodo 2. Creazione di una Sitemap XML in WordPress utilizzando il plug-in Sitemap XML di Google

Questo metodo è consigliato agli utenti che non vogliono utilizzare la funzione Sitemap XML di Yoast SEO.

Innanzitutto, è necessario installare e attivare il plug-in Sitemap Google XML. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida passo passo su come installare un plugin WordPress.

All’attivazione, il plug-in genera automaticamente una Sitemap XML per il tuo sito Web. Puoi visualizzarlo semplicemente aggiungendo sitemap.xml all’indirizzo del tuo sito web. Per esempio:

https://www.example.com/sitemap.xml

Mappa del sito generata dal plug-in Sitemap XML di Google

Il plugin funziona immediatamente per la maggior parte dei blog e dei siti Web aziendali. Tuttavia, è ancora necessario rivedere le impostazioni del plug-in per assicurarsi che non manchi nulla.

Semplicemente, vai a Impostazioni »XML-Sitemap pagina per configurare il plugin.

Impostazioni del plug-in Sitemap per XML di Google

Nella parte superiore, il plug-in ti fornirà informazioni sullo stato. Ti avviserà se il plugin non è in grado di eseguire il ping di alcun motore di ricerca.

Puoi rivedere le opzioni di base in cui puoi disabilitare il plug-in dalla notifica ai motori di ricerca, aumentare il limite di memoria PHP e altro. Le impostazioni predefinite funzionerebbero per la maggior parte degli ambienti di hosting WordPress.

Successivamente, vedrai la sezione delle pagine aggiuntive. Da qui puoi aggiungere manualmente pagine alla tua Sitemap XML. Questo è utile se il tuo sito web ha pagine HTML statiche non create dal CMS di WordPress.

Aggiungi manualmente pagine

Successivamente, puoi regolare il modo in cui il plug-in assegna la priorità ai post. Per impostazione predefinita, utilizza il numero di commenti per calcolare la priorità di un post.

Pubblica priorità

Le due sezioni successive della pagina delle impostazioni del plug-in ti consentono di includere ed escludere contenuti dalla tua Sitemap WordPress. Ad esempio, se gestisci un negozio di eCommerce, allora vorresti includere il tipo di contenuto “Prodotti” nella tua Sitemap.

Includi o escludi contenuti dalla Sitemap

Successivamente, puoi regolare la frequenza e la priorità dei contenuti della tua Sitemap. La modifica di questi valori è considerata un suggerimento dai motori di ricerca e possono scegliere di seguire o ignorare questi tag in base ai loro criteri.

Imposta la frequenza e la priorità dei contenuti della Sitemap

Infine, non dimenticare di fare clic sul pulsante “Opzioni di aggiornamento” per salvare le modifiche.

Come dire ai motori di ricerca delle Sitemap?

I motori di ricerca sono abbastanza intelligenti nel trovare una sitemap. Ogni volta che pubblichi nuovi contenuti, un ping viene inviato a Google e Bing per informarli delle modifiche apportate alla tua Sitemap.

Tuttavia, ti consigliamo di inviare manualmente la Sitemap per assicurarti che i motori di ricerca possano trovarla.

Invio della Sitemap XML a Google

Google Search Console è uno strumento gratuito offerto da Google per aiutare i proprietari di siti Web a monitorare e mantenere la presenza del loro sito nei risultati di ricerca di Google.

L’aggiunta della tua Sitemap a Google Search Console consente di scoprire rapidamente i tuoi contenuti anche se il tuo sito Web è nuovo di zecca.

Innanzitutto, devi visitare il sito Web di Google Search Console e registrarti per un account.

Successivamente, ti verrà chiesto di selezionare un tipo di proprietà. Puoi scegliere un dominio o un prefisso URL. Ti consigliamo di scegliere il prefisso URL in quanto è più facile da configurare.

Seleziona il tipo di proprietà

Inserisci l’URL del tuo sito Web e fai clic sul pulsante continua.

Successivamente, ti verrà chiesto di verificare la proprietà del sito Web. Vedrai più metodi per farlo, ti consigliamo di usare il metodo tag HTML.

Google Search Console verifica la proprietà del sito

Copia semplicemente il codice sullo schermo e poi vai nell’area di amministrazione del tuo sito Web WordPress.

Da qui, è necessario installare e attivare il plug-in Inserisci intestazioni e piè di pagina. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida passo passo su come installare un plugin WordPress.

Dopo l’attivazione, è necessario visitare Impostazioni »Inserisci intestazioni e piè di pagina pagina e aggiungi il codice copiato in precedenza nella casella “Script nell’intestazione”.

Aggiungi il tuo codice di verifica nella sezione dell'intestazione

Non dimenticare di fare clic sul pulsante Salva per salvare le modifiche.

Ora torna alla scheda Google Search Console e fai clic sul pulsante “Verifica”.

Google controllerà il codice di verifica sul tuo sito, quindi lo aggiungerà al tuo account Google Search Console.

Nota: se la verifica non ha esito positivo, assicurati di svuotare la cache e riprovare.

Ora che hai aggiunto il tuo sito Web, aggiungiamo anche la tua Sitemap XML.

Dalla dashboard del tuo account, devi fare clic sulle Sitemap dalla colonna di sinistra.

Aggiunta dell'URL della Sitemap a Google Search Console

Successivamente, devi aggiungere l’ultima parte dell’URL della Sitemap nella sezione “Aggiungi nuova Sitemap” e fare clic sul pulsante Invia.

Google ora aggiungerà l’URL della Sitemap alla tua Google Search Console.

Google impiegherà del tempo per eseguire la scansione del tuo sito Web. Dopo un po ‘, sarai in grado di visualizzare le statistiche di base della Sitemap.

Queste informazioni includono il numero di link trovati da Google nella tua Sitemap, quanti di essi sono stati indicizzati, un rapporto tra immagini e pagine Web e altro.

Statistiche Sitemap in Google Search Console

Invio della Sitemap XML a Bing

Simile a Google Search Console, Bing offre anche Strumenti per i Webmaster di Bing per aiutare i proprietari di siti Web a monitorare il proprio sito Web nel motore di ricerca di Bing.

Per aggiungere la tua sitemap a Bing, è necessario visitare il sito Web di Bing Webmaster Tools e registrarsi per un account. Una volta effettuata la registrazione, puoi aggiungere il tuo sito Web nella sezione “Aggiungi nuovo sito”.

Aggiunta di un sito negli strumenti per webmaster di Bing

Nella schermata successiva, ti verrà chiesto di inserire i dettagli del tuo sito Web, incluso l’URL della Sitemap.

Aggiunta della Sitemap in Bing

Fare clic sul pulsante Invia per continuare.

Bing ora ti chiederà di verificare la proprietà del tuo sito Web e ti mostrerà diversi metodi per farlo.

Si consiglia di utilizzare il metodo Meta tag. Copia semplicemente la riga del meta tag dalla pagina e incollala su un file di testo vuoto sul tuo computer.

Verifica dello strumento per i webmaster di Bing

Ora vai al tuo sito Web WordPress e installa e attiva il plug-in Inserisci intestazioni e piè di pagina sul tuo sito Web.

Dopo l’attivazione, è necessario visitare Impostazioni »Inserisci intestazioni e piè di pagina pagina e aggiungi il codice copiato in precedenza nella casella “Script nell’intestazione”.

Aggiungi il codice di verifica Bing

Non dimenticare di fare clic sul pulsante Salva per salvare le modifiche.

Come utilizzare Sitemap XML per il tuo sito Web?

Ora che hai inviato la Sitemap XML a Google, diamo un’occhiata a come utilizzarla per il tuo sito web.

Innanzitutto, è necessario tenere presente che la Sitemap XML non migliora le classifiche di ricerca. Tuttavia, aiuta i motori di ricerca a trovare contenuti, regolare la velocità di scansione e migliorare la visibilità del tuo sito Web nei motori di ricerca.

Devi tenere d’occhio le statistiche della Sitemap in Google Search Console. Può mostrarti errori di scansione e le pagine escluse dalla copertura di ricerca.

Copertura della Sitemap

Sotto i grafici, puoi fare clic sulle tabelle per visualizzare gli URL effettivi esclusi o non indicizzati da Google.

Rapporti URL Sitemap

Normalmente, Google può decidere di saltare i contenuti duplicati, le pagine senza contenuto o pochissimi contenuti e le pagine escluse dal file robots.txt o dai metatag del tuo sito web.

Tuttavia, se hai un numero insolitamente alto di pagine escluse, potresti voler controllare le impostazioni del tuo plugin SEO per assicurarti di non bloccare alcun contenuto.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a rispondere a tutte le tue domande sulle Sitemap XML e su come creare una Sitemap XML per il tuo sito WordPress. Puoi anche consultare la nostra guida su come aumentare rapidamente il traffico del tuo sito Web con questi suggerimenti attuabili.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map