Come installare e configurare Google Tag Manager in WordPress

Stai cercando di impostare Google Tag Manager in WordPress? Non sei sicuro di aver bisogno di Google Tag Manager sul tuo sito WordPress? Non ti preoccupare. In questo articolo, ti mostreremo come installare e configurare correttamente Google Tag Manager in WordPress e spiegheremo i vantaggi.


Che cos’è Google Tag Manager?

Google Tag Manager

Spesso i proprietari di siti Web devono aggiungere più frammenti di codice per tenere traccia delle loro conversioni, traffico e raccogliere altri dati analitici.

Con Google Tag Manager puoi aggiungere e gestire facilmente tutti questi script da una singola dashboard.

Esistono modelli di tag integrati per Google Analytics, AdWords, DoubleClick, ecc. Tag Manager funziona anche con diverse piattaforme di analisi e monitoraggio di terze parti.

Oltre a ciò, puoi utilizzare HTML personalizzato per aggiungere il tuo monitoraggio o qualsiasi altro codice che desideri aggiungere.

Ciò consente di risparmiare tempo per aggiungere e rimuovere tag dal codice e piuttosto gestirlo da una semplice dashboard. Per non parlare, tutti questi script sono caricati in uno script.

Detto questo, iniziamo con Google Tag Manager.

Per motivi di questo articolo, ti mostreremo come aggiungere Google Analytics al tuo sito utilizzando Google Tag Manager.

Tutorial video

Iscriviti a WPBeginner

Se non ti piace il video o hai bisogno di ulteriori istruzioni, continua a leggere.

Iniziare

È importante notare che questa guida è per i siti WordPress.org ospitati autonomamente (vedere la differenza tra WordPress.com e WordPress.org). Se non disponi di un sito WordPress, consulta la nostra guida all’installazione di WordPress per crearne uno.

Per prima cosa dovrai creare un account Google Analytics per il tuo sito web se non l’hai già fatto. Puoi seguire le istruzioni nel nostro come installare Google Analytics nel tutorial di WordPress.

Segui i passaggi indicati nella sezione “Come iscriversi a Google Analytics”. Interrompi quando ricevi il codice di monitoraggio. Invece di aggiungere il codice di monitoraggio direttamente in WordPress, utilizzeremo il tag manager per farlo.

Impostazione di Google Tag Manager

Ora che siamo pronti per aggiungere Google Analytics, il prossimo passo è configurare Google Tag Manager.

Visita il sito Web di Google Tag Manager e registrati utilizzando lo stesso account Google che hai utilizzato con Google Analytics.

Dopo il login verrai nella pagina aggiungi nuovo account. Basta fornire un nome per il tuo account e fare clic sul pulsante continua.

Creazione dell'account Google Tag Manager

Ora devi aggiungere un contenitore al tuo account. Un contenitore potrebbe essere un sito Web o un’app su piattaforme iOS o Android. In questo caso useremo il web.

Puoi utilizzare il dominio del tuo sito per il nome del contenitore. È possibile aggiungere più contenitori per ciascun account. Al termine, fai clic sul pulsante Crea per continuare.

Creare un contenitore

Google Tag Manager ora creerà il tuo account con il contenitore e vedrai la dashboard del contenitore. Sarebbe simile a questo:

Cruscotto contenitore

Ora il tuo account Google Tag Manager è pronto, quindi il passaggio successivo è aggiungere un nuovo tag. Puoi farlo facendo clic su Crea nuovo tag.

Per prima cosa dovrai scegliere un prodotto tag. Attualmente sono disponibili oltre 20 modelli di integrazione.

Per ora sceglieremo Google Analytics, ma puoi sempre aggiungere più tag e scegliere prodotti diversi in base alle tue esigenze. Puoi anche fare clic su HTML personalizzato per aggiungere altri snippet di codice personalizzati.

Scegli Google Analytics come prodotto per il tuo tag

Dopo aver scelto Google Analytics, ti verrà chiesto di selezionare tra Universal Analytics o Classic Analytics. Scegli analitica universale e ti verrà chiesto di fornire il tuo ID di monitoraggio delle analisi.

Questo ID di monitoraggio è un codice speciale che consente a Google di identificare il tuo sito. Puoi ottenere questo ID accedendo al tuo account Google Analytics e visitando la scheda Amministratore.

Seleziona l’account e la proprietà del tuo sito, quindi fai clic sulle informazioni di tracciamento per espanderlo. Vedrai il link del codice di monitoraggio.

Individuazione dell'ID di monitoraggio di Google Analytics

Facendo clic sul codice di monitoraggio si accederà alla pagina del codice di monitoraggio e rivelerà anche l’ID di monitoraggio UA.

ID di monitoraggio UA in Google Analytics

Copia il tuo ID di monitoraggio UA e incollalo in Google Tag Manager. Sotto tipo di traccia, seleziona Visualizzazione pagina, quindi fai clic sul pulsante continua.

Aggiungi ID di monitoraggio

La procedura guidata di configurazione dei tag ora ti chiederà quando attivare questo tag. Seleziona tutte le pagine e fai clic sul pulsante Crea.

Quando sparare sull'etichetta

Google Tag Manager ora ti mostrerà un codice di monitoraggio che devi aggiungere al tuo sito WordPress. Devi copiare questo codice.

Codice gestore tag

Aggiunta del codice Tag Manager in WordPress

La prima cosa che devi fare è installare e attivare il plug-in Inserisci intestazioni e piè di pagina. Dopo l’attivazione, è necessario visitare Impostazioni »Inserisci intestazioni e piè di pagina.

Aggiungi il tuo codice Google Tag Manager in WordPress
Incolla il codice del gestore tag nella sezione dell’intestazione e fai clic sul pulsante Salva per memorizzare le impostazioni.

Se non desideri installare un plug-in, puoi anche aggiungere il codice Google Tag Manager nel tema WordPress o nel tema Figlio. Basta modificare il modello header.php e incollare il codice subito dopo etichetta.

Pubblica il tuo contenitore

I tag in Google Tag Manager non saranno attivi fino alla pubblicazione del contenitore. Visita la dashboard di Google Tag Manager e fai clic sul pulsante Pubblica.

Pubblica le tue modifiche in Google Tag Manager

Puoi anche visualizzare l’anteprima del tuo sito Web e Google Tag Manager ti mostrerà i tag attivati ​​su ogni visualizzazione di pagina.

Anteprima e debug

Tutto qui, hai installato e configurato correttamente Google Tag Manager per il tuo sito WordPress. Potresti anche consultare la nostra guida sulle 7 migliori soluzioni di analisi per WordPress.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me