Come creare modelli di categoria in WordPress

Hai visitato un sito in cui ogni categoria ha un layout diverso? Nello sviluppo del tema WordPress, è pratica comune utilizzare diversi modelli per categorie, tag, tipi di post personalizzati e tassonomie. Creando modelli per categorie è possibile aggiungere funzionalità specifiche nelle pagine delle categorie. Ad esempio, puoi consentire agli utenti di iscriversi a categorie, aggiungere immagini di categoria, mostrare la descrizione della categoria e scegliere un layout diverso per ogni categoria. In questa guida, ti mostreremo come creare modelli di categoria in WordPress.


Gerarchia dei modelli WordPress per le pagine delle categorie

WordPress ha un potente sistema di template. Puoi creare un tema WordPress usando diversi modelli per diverse sezioni del tuo sito web. WordPress cerca un modello in un ordine gerarchico predefinito quando si visualizza qualsiasi pagina. Per visualizzare una pagina di categoria, cerca i modelli in questo ordine.

categoria-slug.php → categoria-id.php → categoria.php → archivio.php → indice.php

In primo luogo WordPress cercherà un modello specifico per quella particolare categoria usando la categoria slug, ad esempio, il modello category-design.php verrà usato per visualizzare la categoria “Design”. Se non trova un modello di categoria slug, WordPress cercherà un modello con ID categoria, ad esempio categoria-6.php. Successivamente cercherà il modello di categoria generico che di solito è category.php. Se non è presente alcun modello di categoria generico, WordPress cercherà un modello di archivio generico, ad esempio archive.php. Infine utilizzerà il modello index.php per visualizzare la categoria.

Creazione di un modello di categoria in WordPress

Diamo prima un’occhiata a un tipico modello di category.php.

<?php
/ **
* Un modello di categoria semplice
* /

get_header (); ?>

<?php
// Controlla se ci sono post da visualizzare
if (have_posts ()): ?>

Categoria: <?php single_cat_title (”, false); ?>

<?php
// Visualizza la descrizione della categoria opzionale
if (category_description ()): ?>
<?php echo category_description (); ?>
<?php endif; ?>

<?php

// Il cappio
while (have_posts ()): the_post (); ?>

" rel ="segnalibro" title ="collegamento permanente a <?php the_title_attribute (); ?>"><?php the_title (); ?>

<?php the_time (‘F jS, Y’) ?> di <?php the_author_posts_link () ?>

<?php the_content (); ?>

<?php
commenti_popup_link (‘Ancora nessun commento’, ‘1 commento’, ‘% commenti’, ‘commenti-collegamento’, ‘Commenti chiusi’);
?>

<?php nel frattempo;

altro: ?>

Spiacente, nessun post corrisponde ai tuoi criteri.

<?php endif; ?>

<?php get_sidebar (); ?>
<?php get_footer (); ?>

Ora supponiamo che tu abbia una categoria chiamata “Design” con la categoria “design” e desideri visualizzare questa categoria in modo diverso rispetto ad altri. Per fare ciò, è necessario creare un modello per quella particolare categoria. Vai a Aspetto »Editor. Dall’elenco dei file dei temi alla tua destra, fai clic su category.php, se non hai un file category.php lì, quindi cerca archive.php. Se non riesci a trovare nessuno di questi modelli, è probabile che tu stia utilizzando un framework di temi di WordPress e questo tutorial potrebbe non essere utile per te. Ti consigliamo di fare riferimento al framework specifico che stai utilizzando.

Se trovi i file sopra, copia tutti i contenuti di category.php e incollali in un editor di testo come Blocco note. Salva questo file come categoria-design.php.

Connettiti al tuo sito Web utilizzando il client FTP. Vai su / wp-content / themes / your-current-theme / e carica il file category-design.php nella tua directory dei temi. Ora tutte le modifiche apportate a questo modello verranno visualizzate solo nella pagina di archivio di questa particolare categoria. Usando questa tecnica puoi creare modelli per tutte le categorie che desideri. Basta usare category- {category-slug} .php come nome del file. Puoi trovare le lumache di categoria visitando la sezione categorie nell’area di amministrazione di WordPress.

Ecco un esempio di un modello di categoria slug.php, nota che abbiamo usato lo stesso modello di category.php con piccole modifiche. Poiché conosciamo già la categoria per cui verrà utilizzata, possiamo aggiungere manualmente titolo, descrizione o altri dettagli. Si noti inoltre che abbiamo usato <?php the_excerpt (); ?> invece di <?php the_content (); ?>. Scopri perché riteniamo che utilizzare una sintesi o un estratto post anziché l’intero post sia una buona idea.

<?php
/ **
* Un modello di categoria semplice
* /

get_header (); ?>

<?php
// Controlla se ci sono post da visualizzare
if (have_posts ()): ?>

<?php
// Poiché questo modello verrà utilizzato solo per la categoria Design
// possiamo aggiungere manualmente il titolo e la descrizione della categoria.
// o persino aggiungere immagini o modificare il layout
?>

Articoli di design

Articoli ed esercitazioni su design e web.

<?php

// Il cappio
while (have_posts ()): the_post ();

" rel ="segnalibro" title ="collegamento permanente a <?php the_title_attribute (); ?>"><?php the_title (); ?>

<?php the_time (‘F jS, Y’) ?> di <?php the_author_posts_link () ?>

<?php the_excerpt (); ?>

<?php
commenti_popup_link (‘Ancora nessun commento’, ‘1 commento’, ‘% commenti’, ‘commenti-collegamento’, ‘Commenti chiusi’);
?>

<?php nel frattempo; // End Loop

altro: ?>

Spiacente, nessun post corrisponde ai tuoi criteri.

<?php endif; ?>

<?php get_sidebar (); ?>
<?php get_footer (); ?>

Se non si desidera utilizzare il modello di categoria slug, è possibile utilizzare il modello ID categoria per creare un modello per l’ID categoria specifico (Come trovare un ID categoria in WordPress).

Utilizzo di tag condizionali per una categoria

Quando crei modelli per il tuo tema, devi chiederti: hai davvero bisogno di un modello separato per fare quello che vuoi fare? In alcuni casi, le modifiche che desideri apportare non sono troppo complicate e possono essere ottenute utilizzando tag condizionali all’interno di un modello generico, come category.php o persino archive.php.

WordPress include il supporto per molti tag condizionali che gli autori dei temi possono utilizzare nei loro modelli. Uno di questi tag condizionali è is_category (). Utilizzando questo tag condizionale, è possibile modificare i modelli per visualizzare output diversi se la condizione è soddisfatta. Ad esempio, supponiamo di avere una categoria per i post in primo piano denominata “In primo piano”. Ora vuoi mostrare alcune informazioni extra nella pagina di archivio delle categorie per questa particolare categoria. Per farlo aggiungi subito questo codice nel file category.php <?php if (have_posts ()): ?>.

<?php if (is_category (‘Featured’)): ?>

Articoli in evidenza:

<?php altro: ?>

Archivio categoria: <?php single_cat_title (); ?>

<?php endif; ?>

Imparare lo sviluppo del tema di WordPress non è qualcosa che può essere raggiunto dall’oggi al domani. Ma puoi iniziare a imparare modificando i tuoi modelli e apportando piccole modifiche. È un rischio e spezzerai le cose più spesso di quanto vorresti, ma la gioia di averlo finalmente fatto bene ti terrà motivato.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a creare modelli di categoria in WordPress. Se hai domande sulla modifica dei modelli di categoria in WordPress, lascia un commento qui sotto.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me